Storia del Pozzo Etrusco

 

5

Perugia, una tra le più importanti città della Dodecapoli etrusca, accoglie nei sotterranei di Palazzo Sorbello uno dei più rilevanti esempi di ingegneria ed architettura idraulica etrusca; il Pozzo Etrusco o Sorbello.

Il pozzo Etrusco è ubicato nelle immediate vicinanze del colle del Sole a 477m s.l.m., il punto più elevato della città, nell’attuale Piazza Piccinino.

Opera della maestria costruttrice etrusca, il pozzo è stato scavato in un terreno di origine fluvio-lacustre detto “tassello mandorlato” costituito dalla sedimentazione di ciottoli arrotondati e argilla.

Costruito nella seconda metà del III secolo a.C., è caratterizzato da una cavità cilindrica che per 12 m ha un diametro di circa 5,6 m, rivestita da grandi blocchi analoghi a quelli utilizzati per le mura etrusche della città. Dopo una strozzatura, il pozzo assume un diametro di circa 3 m, raggiungendo una profondità di ben 37 m ed è alimentato da tre polle d’acqua perenni.

Particolarissima è la copertura, costituita da imponenti travature in travertino posizionate senza l’uso di malte o calci che formano due “capriate” ciascuna del peso di 80 quintali.

L’attuale vera del Pozzo risale ai primi decenni del Cinquecento. Subì negli anni ripetuti danneggiamenti dovuti soprattutto al transito di automezzi nella piazza. Per una sua maggiore protezione, nel 1945 si decise di collocarla sul prato antistante il Tempio di S. Michele Arcangelo.
Fu più volte restaurata dal Comune di Perugia e, alla fine degli anni’ 70, fu riposizionata nella sua sede originaria. Sulla grata di ferro è presente la data “1768”, insieme a due stemmi gentilizi: uno ben leggibile appartenente alla famiglia Bourbon di Sorbello, l’altro riconducibile alla famiglia degli Eugeni, precedenti proprietari dell’attuale Palazzo Sorbello.
Nel 2015 è stato completato il restauro della vera ad opera del Comune di Perugia (Sindaco Andrea Romizi) su finanziamento Art Bonus erogato dal Presidente della Fondazione Ranieri di Sorbello.

6

La Fondazione Ranieri di Sorbello gestisce la Casa Museo di Palazzo Sorbello e, da luglio 2016, anche il Pozzo Etrusco o Sorbello. 
Nel 2017 la Fondazione Ranieri di Sorbello ha apportato lavori per la sostituzione della vecchia passerella alla base del Pozzo con una nuova struttura, più moderna e funzionale, in vetro e ferro e l’installazione di un nuovo impianto di illuminazione che valorizza l’opera etrusca in tutta la sua imponenza.

3   11

6   13

18   1

4   31

L’ingresso al Pozzo comprende una nuova ampia e suggestiva sala d’accoglienza che presenta resti di una torre medievale, dove un breve video introduttivo con elaborate ricostruzioni in 3D fornisce informazioni storico architettoniche utili per poter godere appieno della visita.

Panoramica Sala accoglienza_L330