Notizie ed Eventi

Gioacchino Rossini e la cultura musicale a Perugia: una mostra a Palazzo Sorbello

By Aprile 18, 2019 No Comments

Gioacchino Rossini e la cultura musicale a Perugia: una mostra a Palazzo
Sorbello

Il 2018 è stato l’anno delle celebrazioni del 150° anno dalla morte del grande compositore italiano Gioacchino Rossini.
L’occasione ha generato in tutto il territorio italiano un grande fiorire di iniziative artistiche e storico-culturali dalle mille sfaccettature.

Il grande amore per la musica, che da decenni caratterizza le attività e la vita quotidiana della famiglia Sorbello, ha portato la fondazione a partecipare attivamente alle celebrazioni di questa particolare occasione.

Grazie all’ampia collezione di spartiti, libretti, volumi critici e manufatti musicali facenti parte dei ricordi di famiglia è nata la Petite exposition pas solennelle.
Tra i documenti della collezione spicca la settima edizione aggiornata del The standard- operaglass; containing the detailed plots of one hundred and twenty-six celebrated operas, with critical and biographical remarks di Charles Annesley.Appartenuto a Romeyne Robert, moglie di Ruggero VI Ranieri di Sorbello è solo uno degli esempi della dedizione con cui la famiglia ha sempre trattato la cultura musicale.

Anche l’opera rossiniana ebbe uno spazio molto rilevante nella famiglia e nell’alta società perugina , raggiungendo il suo apice nel 1829.
Il 4 Febbraio di quell’anno fu rappresentata al teatro civico del Verzaro la prima teatrale della versione italiana dell’acclamatissimo Moïse et Pharaon, rappresentazione con cui il pesarese aveva trionfato all’Académie Royale de Musique di Parigi.

La mostra, visitabile fino a Maggio, comprende anche 52 libretti d’opera, simpatiche caricature del compositore e un numero considerevole di spartiti e saggi di altri autori di pregio. Un’esposizione capace insomma di far immergere il visitatore in un viaggio nel tempo, in cui il teatro e la musica di Rossini rappresentavano non solo uno svago, ma nutrimento quotidiano per l’anima degli abitanti della città.